Relatori Principali

Charles Beer

 beer
Ginevra e il multilinguismo: il ruolo di una politica linguistica, realtà o illusione?
 
Charles Beer è stato Consigliere di Stato responsabile del Dipartimento dell’Istruzione Pubblica, della Cultura e dello Sport. È stato stato anche membro della Conferenza Svizzera dei Direttori Cantonali della Pubblica Educazione (CDPE) e della Conferenza Intercantonale dell’Istruzione Pubblica della Svizzera romanda e del Ticino (CIIP). Si è occupato di politica linguistica nel quadro di un processo svizzero di armonizzazione della scuola obbligatoria (concordato HarmoS) operando per l’introduzione del piano di studi per la Romandia (PER), in parallelo con i dispositivi cantonali che tengono in considerazione, per gli studenti migranti, il ruolo della lingua latina e della lingua d’origine. A livello della formazione post-obbligatoria ha esteso l’offerta della maturità bilingue e si è occupato della formazione degli insegnanti nell’ambito del PER. Ha inoltre fortemente sostenuto gli scambi linguistici.
Il Consiglio federale ha eletto Charles Beer alla presidenza del consiglio di fondazione di Pro Helvetia per il periodo 2014-2017.

Alexandre Duchêne

 duchene
Il lavoro linguistico nella nuova economia mondializzata: tra precarizzazione e banalizzazione
 
Alexandre Duchêne è professore di sociolinguistica e membro della direzione dell’Istituto di Plurilinguismo dell’Università/HEP di Friburgo (Svizzera). Le sue ricerche concernono i legami tra linguaggio e disuguaglianze sociali, gli interessi politici legati alle minoranze linguistiche, il plurilinguismo nella nuova economia globalizzata, o il ruolo delle competenze linguistiche nei processi di selezione sociale (scuola, lavoro, etc.). Tra le sue pubblicazioni spiccano: Ideologies across Nations (2008, Mouton de Gruyter), Discourses of Endangerment (con Monica Heller, 2007, Continuum), Langage, genre et sexualité (con Claudine Moïse, 2010, Nota Bene), Language in Late Capitalism: Pride and Profit (con Monica Heller, Routledge) e Language, Migration and Social Inequalities (con Melissa Moyer e Celia Robert, 2013, Multilingual Matters). Alexandre Duchêne è presidente della Rete Francofona di Sociolinguistica (Réseau Francophone de Sociolinguistique, RFS) e vicepresidente dell’Associazione Svizzera di Linguistica Applicata (Association Suisse de Linguistique Appliquée, Vals-Asla).

Ute Smit

 smit
English-medium education: plurilingual and intercultural practices in multilingual university settings
 
Ute Smit è Professore Associato di Linguistica Applicata presso il Dipartimento di Studi Inglesi dell’Università di Vienna. Le sue ricerche e pubblicazioni attuali si focalizzano sull'inglese come lingua franca, l’inglese come mezzo d’istruzione a livello terziario e sull'apprendimento integrato di contenuti e lingua (CLIL). Ha pubblicato anche sull’istruzione dei docenti, sulla motivazione nell'apprendimento linguistico e sull'inglese in Sudafrica. Attualmente, è membro del progetto di ricerca internazionale “Language and content integration: Towards a conceptual framework (ConCLIL)” finanziato dall'Accademia di Finlandia. Le sue pubblicazioni principali includono Integrating Content and Language in Higher Education (AILA Review 25, ed. with Dafouz 2012), English as a Lingua Franca in Higher Education (2010), Language Use and Language Learning in CLIL Classrooms (ed. withDalton-Puffer 2010), Empirical Perspectives on CLIL Classroom Discourse (ed. with Dalton-Puffer 2007), A New English for a New South Africa? Language Attitudes, Language Planning and Education (1996).